“Se le persone stanno bene, lavorano meglio” parola di Jean Nouvel

ufficio-moderno-488La maggior parte dei traduttori freelance lavora da casa e una serie di studi recenti mostra un boom dell’homeworking.

Jean Nouvel, architetto francese fra i più importanti del nostro tempo, non poteva non intercettare questa nuova tendenza.

Alla scorsa edizione del Salone del Mobile di Milano ha svelato il suo ultimo “Progetto: Ufficio da abitare”, 4 spazi che ridefiniscono l’ambiente di lavoro. Al bando gli uffici monotoni e alienanti.

«Dal momento in cui ci si libera da tutti i sistemi clonati e alienanti, si nota che sono molte le soluzioni possibili», ha spiegato Nouvel. «È necessario progettare e pensare il lavoro in modo alternativo: un ufficio, dovunque si trovi, deve essere uno spazio a se stante, identificabile, trasformabile, carico di umanità, pieno di storia e di oggetti, un luogo piacevole e relazionale». ufficio-moderno-488

House swapping for translators

A proposito di trasferimenti all’estero e di fughe, segnalo un sito per lo scambio di case dedicato esclusivamente a noi traduttori: http://tradvia.com/FR.

Il sito ci offre la possibilità di scambiarci le case pagando un’iscrizione annuale di 60,00 Euro.

Perché un sito di scambio case riservato ai traduttori? Per rispondere alle nostre esigenze personali e professionali di viaggiare, approfondire la lingua e fare nuove conoscenze. Il progetto ha anche l’ambizione di creare un gruppo affiatato di professionisti che si sentano a loro agio nello scambiarsi la propria casa.

Avete mai preso in considerazione la possibilità di scambiare casa con un altro traduttore?

Image