Anatomia di una torta coi fiori

_DSC5635

Esiste qualcosa che abbia un effetto più positivo e più immediato sulle nostre vite di un fiore? I fiori sono come l’arcobaleno dopo la pioggia, ci accendono un sorriso, ci commuovono. Parlano di emozioni profonde che le parole non riescono a tradurre. I fiori, come per la pianta, rappresentano la parte più bella di un istante.

C’è chi i fiori li mangia, chi li usa come medicinali. Chi ne ne conosce il significato e i simboli nascosti. Chi ci parla e chi se ne prende cura appassionatamente. Chi non può vivere senza averne sempre di freschi in casa.

I fiori tracciano la mappatura dell’esistenza umana.

Anna dai capelli rossi amava così tanto i fiori e le piante da dargli dei carinissimi nomi inventati da lei.

Georgia O’Keefe, icona modernista americana, dipingeva bellissimi fiori dalle dimensioni gigantesche. E, anche se in pochi forse lo sanno, era un’ottima cuoca.

E poi c’è una dolcissima ragazza che coi fiori decora le sue torte. Si chiama Elena Cito e, come lei stessa dice, ha “I libri sempre aperti e il forno sempre acceso”.

Le sue torte sono romantiche e poetiche. Raccontano molto più di ciò che si vede. Vanno oltre alla palese bellezza e sicura bontà, celando una profonda sensibilità mista ad una sensazione di nostalgia. Andate a vedere il suo blog, se ancora non l’avete fatto.

Ho chiesto ad Elena se le andava di creare una torta per questo blog. Lei ha accettato e questo è il magnifico risultato.

_DSC5619

_DSC5629

_DSC5630

 

Per chi volesse replicarla a casa, questa è la ricetta:

Per la base:

2 uova-120gr zucchero-120gr burro fuso-120gr farina 00- 1 cucchiaino scarso di essenza di vaniglia-1 bustina di lievito-1 pizzico di sale

In una planetaria sbattere le uova con lo zucchero semolato. Aggiungere a filo il burro fuso (fatto precedentemente raffreddare). Setacciare le polveri ed aggiungerle a poco a poco al composto. Mescolare. Aggiungere l’essenza di vaniglia e mescolare ancora. Cuocere l’impasto in una tortiera del diametro di 18cm ben imburrata e infarinata a 170° forno statico per 25/30 minuti.

Per la farcitura:

  • Crema al burro

200 gr di burro morbido – 400gr di zucchero a velo non vanigliato – 1 cucchiaio di panna fresca da montare- aroma a scelta (liquore o essenza di vaniglia…) q.b.

In una planetaria montare burro e zucchero a velo, aggiungere l’aroma e la panna fresca e mescolare ancora.

  • Marmellata di lamponi

Per la bagna:

Un bicchiere d’acqua e 2 cucchiai di zucchero. Portare a bollore e far raffreddare

 

Quando la torta è cotta e si è raffreddata, tagliarla a metà. Procedere con gli strati: bagnare una delle due basi con la soluzione di acqua e zucchero, farcirla con un velo sottile di crema al burro ed uno strato di marmellata di lamponi. Sovrapporre la seconda base e bagnare leggermente. Lasciar riposare in frigorifero per circa mezz’ora. Infine ricoprire l’intera torta con uno strato di crema al burro, rifinendo i bordi con una spatola. Decorare con fiori freschi e frutta essiccata.

 

Annunci

Anatomie de la semaine

 

Questa è una breve rassegna delle cose che ho trovato e che mi sono piaciute questa settimana.

 

isbn9781784721909

I Durrell – La mia famiglia e altri animali

Lo scorso venerdì sera su laeffe  sono andate in onda le prime due puntate della serie tv “I Durrell- La mia famiglia e altri animali”.

La serie tv è basata sugli scritti di Gerald Durrell che raccontano gli anni di vita con la sua famiglia a Corfù.

La storia è ambientata sull’isola greca di Corfù nel 1935, perciò è facile immaginare quanto siano belli la scenografia e i costumi. È in quell’anno che Louisa Durrell, rimasta vedova, decide di lasciare l’Inghilterra per trasferirsi insieme ai figli a Corfù, in Grecia.

Se non avete letto “La mia famiglia e altri animali” allora dovete assolutamente vedere la serie.

Nell’attesa delle prossime puntate, potete sbirciare nelle foto ufficiali di John Roger.

Anatomie de la semaine

Questa è una breve rassegna delle cose che ho trovato e che mi sono piaciute questa settimana.

  • Avete mai pensato di inscatolare una storia d’amore?
  • Se siete in fase di decluttering queste app potranno di certo esservi utili
  • Il nuovo stupendo e utilissimo libro di Karen Mordechai, Simple Fare: Spring/Summer: A Guide to Everyday Cooking and Eating.  Karen Mordechai  è la fondatrice di Sunday Suppers, la famosa comunità di food e design con base a South Williamsburg, Brooklyn. Le ricette sono pensate per essere semplici e ciascuna offre dai 3 ai 5 ingredienti alternativi da poter utilizzare nella stessa preparazione. Con 68 ricette e 97 variazioni, Simple Fare è una raccolta di oltre 165 ricette stagionali. Un libro che non può assolutamente mancare negli scaffali degli appassionati di cucina e dei cuochi alle prime armi.

51iUsW7FD8L

  •  Se sarete al Salone del Libro di Torino fate un salto anche al Museo Civico d’Arte Antica di Palazzo Madama che ospita la mostra La Stampa fotografa un’epoca , un’esposizione di 500 foto che celebra i 150 anni del quotidiano.

 

Q3-La-Stampa

Una famiglia carica la sua Fiat 500 prima di partire per le vacanze, 1985 – A family loading its Fiat 500 before leaving on holiday, 1985 (Sergio Solavaggione/ Archivio La Stampa).

Buon weekend,

Anatomie

Cinco de Mayo

01263568.JPG

Oggi si festeggia il Cinco de Mayo negli Stati Uniti e in parte del Messico. Una celebrazione nata per ricordare la cultura e le tradizioni messicane e per celebrare la vittoria dell’esercito messicano contro i francesi nella battaglia di Puebla del 5 maggio del 1862, divenuta simbolo di unità e forza nazionali.

Il Cinco de Mayo viene festeggiato più negli Stati Uniti, soprattutto nella costa orientale della California, di quanto non lo sia nel resto del Messico fuori dalla regione di Puebla.

Negli anni la festività si è evoluta per celebrare più ampiamente la storia e la cultura messicane. Nel 1968 LIFE pubblicò un reportage fotografico realizzato dal fotografo John Dominis.

Dominis era stato inviato in Messico prima delle Olimpiadi estive del 1968, che avrebbero attirato molti viaggiatori internazionali. Le sue fotografie celebrano la diversa composizione etnica del Paese, le sue feste, il suo cibo e i centri urbani ammodernati. All’epoca, per molti dei lettori di LIFE, queste immagini costituivano il primo sguardo sulla vita a sud del confine, che presentava la ricchezza culturale di un Paese perfettamente degna di ammirazione.

Queste sono alcune delle splendide e vivide foto che scattò nel 1968.

00550953.JPG

Caption from LIFE. Lily seller, San Critóbal de las Casas. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

01263564.JPG

Caption from LIFE. Hatful of onions, Vera Cruz. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

01263572.JPG

Caption from LIFE. Market children, San Miguel de Allende. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

110973455.jpg

Man with balloons, Mexico. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

01263520.JPG

Caption from LIFE. Pinwheel display, Mexico City. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

MEXICO

Caption from LIFE. Fiesta in Guanajuato. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

01263542.JPG

Caption from LIFE. Couple in Chapultepec Park, Mexico City. John Dominis—The LIFE Picture Collection/Getty Images

Anatomie de Kalinka Kids

Kalinka è un brand di capi realizzati a maglia per bambini da 0 a 4 anni, con sede in Bulgaria.

La storia del marchio è iniziata nel più classico dei modi:  quando Nora Docheva, la creatrice di Kalinka, aspettava i suoi gemelli Larry e Bobo, ha cominciato a sferruzzare un maglioncino ed ha scoperto la magia dei capi fatti a maglia. Da allora, non ha più abbandonato i ferri, si è messa a frugare nei vecchi armadi in cerca di ispirazione e si è confrontata con le nonne in cerca di qualche saggio consiglio.

Le sue collezioni, con lane merino peruviane, sono il frutto di antiche tecniche di lavorazione che si tramandano di generazione in generazione.

Per la nuova collezione primavera-estate 2017, sempre made in Bulgaria, è stato utilizzato il sofficissimo cotone Pima, importato dal Perù.

Una collezione comoda, dal sapore nostalgico e sognante, ispirata agli stili passati e realizzata nei colori della terra.

www.kalinkakids.com
Facebook: www.facebook.com/kalinkahandknits
Instagram: www.instagram.com/kalinkakids
Pinterest: pinterest.com/kalinkakids

Anatomie de la semaine

E’ stata una settimana di consegne serrate, di incontri imprevisti e talvolta assurdi e di sole che si è riaffacciato tiepido dopo tanto freddo e pioggia.Questa è una breve rassegna delle cose che ho trovato e che mi sono piaciute questa settimana.

  • E’ uscito in Italia Storie della buonanotte per bambine ribelli, il libro di Elena Favilli e Francesca Cavallo – che ha raccolto mezzo milione di dollari su Kickstarter – in cui hanno raccontato cento biografie di donne straordinarie che possono rappresentare un modello positivo per le bambine di oggi.

cover-403x540

 

 

  • E’ in uscita il documentario su Dries Van Noten. Questo è il trailer ufficiale e qui trovate il link al sito del film.

 

Anatomie de la semaine

Questa settimana è tornata a farmi visita l’influenza e con essa una sensazione di stanchezza che ancora sembra non abbandonarmi. Voi, invece, come state?

Che farete durante il fine-settimana? Se starete rintanati in casa, al calduccio e avrete voglia di leggere qualcosa di interessante, vi lascio il mio elenco di link da esplorare:

real-mr-darcy-xlarge_trans_nvbqzqnjv4bqqvzuuqpflyliwib6ntmjwfsvwez_ven7c6bhu2jjnt8

Passate un sereno weekend,

Anatomie

Anatomie de la semaine

E’ stata una settimana di nuovi progetti che procedono a ritmo sostenuto. Tra questi c’è la rivoluzione del mio studio che mi vede completamente immersa in una felice fase di decluttering. Tempo permettendo andrò a qualche mercatino nel fine-settimana. Voi che farete?  Vi lascio come sempre un elenco di link a farvi compagnia nel weekend:

  • 25 discorsi che vorreste ascoltare di continuo
  • Dieci nuove attrazioni che apriranno nel 2017
  • Se siete preoccupate del fatto che i vostri figli mangino troppe schifezze e non riuscite a riportarli sulla retta via, questo libro è quello che fa per voi.

    French Kids Eat Everything: How Our Family Moved to France, Cured Picky Eating, Banned Snacking, and Discovered 10 Simple Rules for Raising Happy, Healthy Eaters è la storia di Karen Le Billon e della sua famiglia che hanno lasciato il Canada per vivere un anno in Francia, nella piccola cittadina natale del marito. Ma quello che Karen non si sarebbe mai aspettata da questa sua nuova avventura, era che lei e le sue due figlie avrebbero completamente cambiato il loro modo di mangiare, virando verso abitudini alimentari molto più sane.

french-kids-eat-everything-book

  • Little Tables: Anytime Breakfasts from around the World è un libro su cosa mangiano per colazione i bambini di tutto il mondo. Le bellissime foto di Vanessa Lewis ritraggono ben 32 bambini provenienti da 32 paesi in tutto il mondo con le rispettive varietà di cibo che mangiano al mattino.160808_little_tables_cover

Buon weekend,

Anatomie

Cinque libri

La mia personalissima lista di alcuni dei libri più interessanti in cui mi sono imbattuta durante questo primo mese dell’anno:

  1. Dai viaggi al cibo. Dai momenti drammatici alle scene di gioia e serenità. Su Instagram la vita scorre veloce e si può ripercorrere un intero anno grazie alle immagini postate dagli utenti. Alcune sono amatoriali e improvvisate. Ma ce ne sono alcune che sono veri e propri capolavori. Cariche di arte e significato. Jim Stoddart ha pensato di raccogliere quelle più significative in un libro. Nasce così  Life on Instagram», pubblicato dalla Particular Books.

cover-jpg-rendition-460-707

1940

Буднибалеринылиэы #Балет #ballet Воробущаки уцатся и слущают расскаэ балерины о том как и чем правильно эакалывать Волосы… Photograph: @lenarakorneeva

2973

Castelluccio Di Norcia 1452 Mt. Taking a little break from my before and after series to post this shot I took today with @elsa.facchin As a lot of you always ask, the camera is Nikon #d810 with #sigma 35 1.4 art Just a little bit of postproduction on color, reds and greens 🙂 Photograph: @alessioalbi

3014

Fort Point National Historic Site. J U M P Photograph: @dianewithonen

1993

Photograph: @futago_no_utarita

 

  • Beatrix Potter, autrice di storie per bambini, artista e botanica, nasceva 150 anni fa       in  Inghilterra. Potter è conosciuta in tutto il mondo per aver creato la storia di Peter Coniglio. Per celebrare i 150 anni dalla sua nascita, è stata pubblicata una sua favola inedita,  The tale of Kitty in Boots (in italiano “Le avventure del gattino con gli stivali”).  The tale of Kitty in Boots è stata scritta nel 1914 ed è stata scoperta circa due anni fa dall’editore Jo Hanks. Il libro è stato illustrato da Quentin Blake, i cui lavori sono diventati i tratti distintivi dei libri di Roald Dahl, autore tra gli altri di Matilde, Il GGG, Le streghe La fabbrica di cioccolato BP-KITTY-IN-BOOTS-DJ-UK-47594.indd

00086068-700x506

  • In the Company of Women: Inspiration and Advice from over 100 Makers, Artists, and Entrepreneurs , è il secondo libro di Grace Bonney, la design blogger di Design Sponge. In questo nuovo volume ha raccolto le storie  e i ritratti più intimi di 100 donne  provenienti da tutti i settori, di diverse etnie, religioni, preferenze sessuali, età e disabilità, rivoluzionando così anche l’idea del classico libro di business. E per intervistarle ha attraversato in lungo e in largo l’America. Un libro che vuole essere fonte di ispirazione per tutte noi.

91zpaswahbl

  • Il libro del designer John Derian, John Derian Picture Book raccoglie oltre 300 immagini di 30 anni di lavoro dell’artista e decoratore newyorkese, diventato famoso per i  découpage sui suoi piatti da collezione realizzati con le opere del XVIII e XIX secolo, provenienti da libri antichi e rari.Il risultato è un oggetto del desiderio, un’opera d’arte che si  muove brillantemente lungo il sottile confine tra il commercio e l’arte.hi-3d-cover-john-derian-picture-book_large
  • Penguin Bloom: The Odd Little Bird Who Saved a Family è il racconto fotografico della vita della famiglia Bloom, o quanto meno di un periodo difficile della loro vita che stranamente e magicamente viene aiutata dall’arrivo di una gazza, chiamata appunto Penguin Bloom. Questo uccello diventa un vero e proprio membro della famiglia: dorme e mangia con la famiglia e aiuta addirittura i bambini a lavarsi i denti! La loro è una storia su come l’amore, la compassione, l’amicizia e la famiglia possano avere origini inimmaginabili.

    403726870_zm_1